del Vino | dell'Olio | dell'Arte| Calendario Eventi
   
  La Puglia terra di vino e di olio, terra di tradizioni e di folclore, una terra pietrosa ed ostile che dopo aver ricevuto cure amorevoli e costanti è diventata una fonte inesauribile di vita e sostentamento per la sua gente. L'uva, che simboleggia proprio quest'abbondanza e prosperità sin dal tempo degli antichi romani, oggi è il fulcro di un "viaggio" all'insegna delle usanze e delle tradizioni legate alla raccolta dell'uva e trova la sua massima espressione nel rituale della vendemmia.

Percorrere le strade di Puglia durante il periodo di settembre è uno spettacolo senza pari: allineati su file parallele con un ordine preciso, corrono lungo i campi sterminati i grappoli di uva luccicanti; pieni ed esuberanti attendono il rito della vendemmia, considerato quasi sacro dalla tradizione contadina pugliese. A vendemmia compiuta si diffonde ovunque il caratteristico odore del mosto che si mescola ai colori di questa terra che si appresta a regalare gli ultimi frutti della stagione estiva. Questa ritualità diventa anche un'occasione di festa: sagre popolari animano le piazze di paese dove ci si incontra, ci si perde in racconti di vecchi ricordi, si degusta un buon vino novello accompagnato, magari, da pietanze tipiche della tradizione popolare, come a Carpignano (Le), nel cuore della Grecia salentina, dove ogni anno si rinnova la tradizionale "festa te lu Mieru". L'amore profuso dalle aziende vitivinicole nella cura dei vitigni per tutto l'anno si produce infine in questo meraviglioso nettare che, nelle sue variegate sfumature che vanno dal rosso rubino al giallo paglierino, diviene simbolo della personalità multiforme di questa terra che spazia dalle Murge al territorio Barese, dal Salento alle Murge tarantine.
Facciamo allora un rapido excursus sui "vini D.O.C." tipici della nostra regione.

La Doc Castel del Monte produce un vino rosso intenso, carico di colore e sapore, ottenuto dalla lavorazione di una particolare varietà di uva detta di Troia.
Merita un'attenzione particolare la cantina sociale di Locorotondo, dove si produce l'omonimo vino Doc un vino bianco ottimo nella sua freschezza e leggerezza. Il Locorotondo, infatti, è ottenuto da vitigni Verdesca e Bianco di Alessano, ha un sapore asciutto e delicato, una gradazione alcolica di 11 gradi ed è strepitoso anche nella versione spumante secco. Un'altra cittadina che vanta di una tradizionale e ricca viticoltura è Martina Franca che offre un prestigioso vino bianco anch'esso Doc giustamente decantato dagli intenditori. Nella zona di Manduria prende corpo il famoso Primitivo di Manduria, un vino dalle incredibili qualità organolettiche tanto da poter essere degustato tranquillamente come vino liquoroso da meditazione.

Scendendo ancora lungo la dorsale delle Murge si entra nel Salento, la zona forse più rappresentativa per quanto riguarda l'innovazione tecnologica in campo vitivinicolo. Troviamo così una grande varietà di produzioni vinicole che spaziano dal Nero dei Conti Zecca, un cuvée di uve negroamaro e cabernet sauvignon, dalla consistente aromaticità, ai vini della Cantina Francesco Candido che vede nei suoi "Cappello del Prete", "Duca d'Aragona" e "Immensum" i cavalli di battaglia di una grande tradizione.


_______________________________________________________________________________
La regione puglia produce la maggior parte del vino Italiano che però veniva venduto sopratutto non imbottigliato e tagliato con altri vini, da circa 15 anni a questa parte molti produttori hanno scelto di produrre vini di qualità valorizzando i vitigni autoctoni.

Un percorso del vino nella regione puglia si divide in 3 regioni principali:

La puglia nord con la zona del Castel del Monte dove si sviluppano i vitigni del Primitivo, Uva di Troia, Malvasia Bianca il Bombino Bianco ed il Pampanuto bianco ed il Moscato di Trani,

La puglia centrale con i vitigni bianchi del Locorotondo, il Martina e la Verdeca, nei rossi il Primitivo di Manduria e di Gioia del Colle.

Il salento con i rosati quali l'Alezio ed il Copertino, mentre i rossi sono il Salice salentino, il Negroamaro ed il Primitivo, i bianchi con il Leverano, il Galatina e la Malvasia e l'Aleatico rosso da Dessert.

-Minervino murge
-Castel del monte
-T
rani
-C
onversano
-N
oci
-Locorotondo
-Oria
-Manduria
-Mesagne
-San pietro vernotico
-Salice salentino
-Le
verano
-Galatina
-Scorrano
-Giuggianello